Così salveremo il derby col Verona

Share

(foto da http://unitadv.it)

Massacrati dalla Nocerina, pestati dal Gubbio, ridicolizzati dal Sassuolo. Ormai accettiamo tutto. Ma umiliati dal Verona no, perdio. Questo no. Cosa fare per uscire dal Bentegodi vivi?
L’altro ieri, alla scuola media Binozzi di Rettorgole, un bambino ha sconvolto tutti citando una delle formazioni più complicate della storia del calcio. No, non è quella dell’Helsinky Warriors del ’97, che dal terzino Hitchergraygasnost al mediano Vøodsmerzughrlaij ha portato al suicidio trentasette correttori di bozze. E non è nemmeno quella dei primi Milan di Sacchi, che coi soldi del Dottore schierava praticamente settantadue giocatori ad ogni avvio stagione.
La formazione più complicata della storia del calcio è nostra: sono gli allenatori cambiati a Vicenza con questa proprietà. Centotredici panchine saltate! Il celebre economista inglese George Benson ha calcolato che sommando gli stipendi pagati ai suddetti allenatori, il mondo avrebbe risolto non solo la crisi economica della Grecia ma addirittura le spese di un party organizzato in tandem da Ghiotto & Corona. La fame del mondo, al confronto, sono spiccioli.
Considerando che il Vicenza di oggi faticherebbe a vincere anche con Moggi dirigente, la soluzione è semplice: i biancorossi schiereranno non i calciatori tesserati ma gli allenatori esonerati. Non conta che sappiano ancora giocare a calcio: conta che vengano tutti. Provate voi a segnare saltando in dribbling una ressa di uomini schierati dentro l’area di rigore. Un magnifico zero a zero stavolta non ce lo nega nessuno.

Share

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato